Ambiente

Cascate del Rio Verde, le più alte dell’Appennino

Cascate Rio VerdeCon un salto di oltre 200 metri le cascate del Rio Verde sono in vetta alla classifica delle più alte dell’Appennino, seconde in Italia (il primato è detenuto dalle cascate della Stroppia, in provincia di Cuneo) e tra le più alte in Europa. Queste cascate, circondate da una ricca vegetazione e fauna, si trovano nel bel mezzo di un’area protetta, una riserva naturale regionale chiamata Rio Verde, a ridosso della località Borrello in provincia di Chieti che dista 15 minuti di camminata. Borrello sorge su un altipiano ad oltre 800 metri sul livello del mare ai confini del Molise. La riserva può essere raggiunta percorrendo l’autostrada A25 Roma-Pescara uscendo a Sulmona e proseguendo fino a Castel di Sangro per poi percorrere la stessa fondovalle. Oppure con la A14 ed uscendo a Val di Sangro per poi proseguire lungo la superstrada fondovalle Sangro in direzione Castel di Sangro fino all’uscita per Quadri da cui si raggiunge Borrello.
Dista da L’Aquila 169 km, da Pescara 103 Km, da Chieti 80 Km, da Teramo 163 km.

La Riserva Cascate del Rio Verde nasce in località Quarto fra Abruzzo e Molise e dopo un breve percorso si congiunge nella valle del fiume Sangro con un notevole dislivello che crea questi spettacolari salti d’acqua. Queste cascate naturali sono di grande rilevanza scientifica, sia per la posizione che per il microclima che si è generato. Vengono alimentate da acque perenni e sono ricoperte da una fitta vegetazione mediterranea, la portata d’acqua che si tuffa a valle varia durante l’anno.

In zona si possono percorrere tre sentieri a piedi.
Il sentiero natura parte dal centro visite e in circa due chilometri di cammino, ci permette di ammirare la purezza delle acque e la bellezze delle imponenti cascate.

Il Sentiero del Vallone Piccioni comincia dal paese di Borrello, in corrispondenza della fonte della Cannella. Ripercorre un’antica mulattiera che raggiunge la base della cascata offrendo un punto d’osservazione che esalta la spettacolarità dello scenario. Oltrepassato il fiume su un piccolo ponte, il sentiero prosegue terminando dopo circa quattro ore di cammino, alla sommità delle Cascate del Verde, in prossimità del Museo delle Acque.

Il sentiero delle Valli parte nelle vicinanze della Chiesa di Sant’Egidio e conduce su terreni in cui rimangono ancora evidenti i segni di insediamenti passati: antichi pozzi, tholos, capanne a secco e resti di torchi in pietra.
Per gli amanti delle escursioni in mountain-bike, è possibile percorrere un sentiero di sette km che, partendo in prossimità dell’Abergo “Le Cascate del Verde”, si snoda lungo la strada provinciale per Rosello per immergersi poi all’interno del bosco del Montalto.

Come arrivare

Da Roma: prendere A24 e all’altezza bivio Torano prendere A25 e uscire a Pratola Peligna – Sulmona proseguendo fino a Castel di Sangro

Da Pescara: prendere A25 e uscire a Pratola Peligna – Sulmona proseguendo fino a Castel di Sangro

Da Teramo: prendere A24 e A25/E80 in direzione di Strada Statale 5 Dir/Str. Roccacasale/SS5 a Pratola Peligna. Prendi l’uscita Pratola Peligna-Sulmona da A25/E80 e preseguire fino a Castel di Sangro

Taggato con: , , , , , , ,

Articoli recenti

ATTUALITà

Sospensione pagamento Rc auto: come funziona e quando si applica

Il decreto Cura Italia ha previsto l’estensione a 30 giorni, anziché 15, della proroga della copertura assicurativa di auto e moto. Di fatto, il decreto raddoppia la finestra di validità della...

ATTUALITà

Covid-19, Autostrada gratis per tutti gli operatori sanitari

Scatta su A24 e A25 l’esenzione totale del pedaggio autostradale per medici, infermieri, operatori sanitari e volontari impegnati nell’emergenza Covid-19. La Regione Abruzzo  ha già inviato un...

EVENTI

Viaggio, virtuale, nella vita e nelle opere di Frida Kahlo

Con i musei chiusi e l’obbligo di restare a casa, nel rispetto delle norme attuate dal Governo per affrontare l’emergenza coronavirus, è l’arte che viene da noi. Si moltiplicano le...