Sicurezza

Distanza di sicurezza: la regola giusta per la guida sicura

La distanza di sicurezza sembra essere una regola da rispettare piuttosto scontata per chi si mette al volante. In pochi pero sembrano capirne la reale importanza e molto spesso è sottovalutata. Ecco perché il numero di incidenti nel nostro paese è molto alto.
Non esiste una formula precisa per calcolare la giusta distanza da mantenere dal veicolo che ci precede. In termini teorici la distanza di sicurezza è le distanza che ogni veicolo deve mantenere da quello che lo precede, per avere spazio sufficiente per arrestarsi evitando di tamponare. Lo spazio da mantenere deve tenere in considerazione alcuni fattori:

distanza-sicurezza-02aci

  • La velocità. Più un veicolo è veloce, più è lungo lo spazio necessario per arrestarlo;
  • Tempo di reazione del conducente che, a sua volta, dipende dal conducente, dalla sua prontezza di riflessi, dalle sue condizioni fisiche, dalla visibilità e dalle condizioni atmosferiche;
  • Condizioni del veicolo. Come ad esempio l’efficienza dei freni e l’aderenza degli pneumatici. Se i freni sono poco efficienti lo spazio di frenata si allunga e quindi, anche con prontezza nei riflessi, se non si tiene una distanza adeguata, si rischia di tamponare;
  • Carico e massa: più un veicolo è pesante, più spazio occorre per la frenata;
  • Condizioni del traffico e della strada;
  • Veicolo che precede: se si tratta di un veicolo speciale, come una macchina spargisale o sgombraneve in azione, occorre stare ad almeno 20 metri di distanza, qualunque sia la velocità. Si tratta dell’unico caso in cui la distanza di sicurezza è espressa, a priori, da un valore fisso.

Distanza da mantenere, ecco come si calcola:

A 50 km/h la distanza di sicurezza dev’essere pari o superiore a 25 metri;
A 90 km/h la distanza di sicurezza dev’essere pari o superiore a 40 metri;
A 110 km/h, la distanza di sicurezza dev’essere pari o superiore a 130 metri.
In linea di massima, per conoscer qual è la distanza appropriata alla propria velocità, si può dividere la velocità stessa per 10 e moltiplicare per il quadrato del valore ottenuto. Esempio: a 70 km/h, dividiamo per 10 e otteniamo 7, il cui quadrato è 49, ovvero, il valore in metri della distanza di sicurezza sufficiente ad evitare tamponamenti.

Taggato con: , , , , , ,

ATTUALITà

Sicurezza dei viadotti: a Bussi il progetto pilota per l’adeguamento sismico di A24 e A25

Dal 13 settembre si sta lavorando sul cantiere pilota di Bussi sull’A25 per rinforzare le pile, installare i dissipatori sismici e rafforzate le “spalle” del viadotto. Durante i lavori...

IN ITINERE

Al via i primi test della moto a guida autonoma

La BMW ha iniziato a collaudare un sistema di guida autonoma per motociclette. In particolare è stata usata una BMW R 1200GS, modello storico e famoso tra tutti gli appassionati di motori. La Bmw R...

METEO

Maltempo e prime nevicate, a seguire più sole con clima mite

Sarà una settimana molto movimentata con un alternarsi continuo di fasi stabili e molto perturbate. Un vortice di bassa pressione formatosi per effetto di venti freddi colpirà la fascia adriatica...