Turismo

Estate in montagna tra i panorami più belli d’Abruzzo

La montagna in estate si trasforma, la neve si scioglie e il sole scalda le lunghissime giornate. A un passo dal cielo azzurro, tra rocce, natura selvaggia, sport all’aria aperta e ottima cucina, abbiamo pensato per voi alcune mete speciali in Abruzzo. Per fare il pieno di natura, relax e avventura.

Pescasseroli

Parco Nazionale d’Abruzzo, Marche e Molise
Il cuore del comprensorio è Pescasseroli che vanta un’ottima ricettività turistica ed è circondata da vette che sfiorano i 2000 metri, prati, valli, corsi d’acqua e accoglienti borghi come Bisegna, San Sebastiano, Opi, Barrea e Civitella Alfedena, che ha saputo mantenere l’aspetto tradizionale degli antichi borghi dell’Appennino. Base ideale per numerose escursioni nel parco nazionale, soprattutto in val Fondillo e alla Camosciara. Come raggiungere il Parco.

Majella
L’Abruzzo può essere esplorato in bicicletta, in quanto è ricco di strade relativamente tranquille. Ma la regione è patria della famosa cima Blockhaus, scalata più volte in occasione del Giro d’Italia. Per emulare i campioni delle due ruote senza dover percorrere tappe di centinaia di chilometri, l’ideale è alloggiare a Sulmona.

Fara San Martino

San Vito e Fara San Martino sono la meta ideale per gli appassionati di arrampicata, su roccia ma anche sugli alberi. In zona Piana delle Mele, è possibile imparare questa divertente disciplina sotto la piena supervisione di professionisti.
Campo di Giove, non distante da qui, è un centro molto ben attrezzato per il turismo estivo e ricco di hotel e ristoranti, molto vivo in estate. Tra i centri della zona si include anche Cansano, sede di una importante area archeologica risalente al periodo italico e romano e porta di accesso per il Bosco di Sant’Antonio, dove le passeggiate in mtb, a piedi e a cavallo sono l’ideale. A Cansano segue il comprensorio degli Altipiani maggiori che è fra i più frequentati della regione, grazie ai centri di Pescocostanzo, Rivisondoli e Roccaraso. Il percorso.

Monti della Laga
Le Capannelle è il nome di una strada di montagna, la statale 80, che congiunge Teramo a L’Aquila passando per Montorio e che di recente è stata trasformata in un percorso

Eremo di San Franco

turistico. La strada percorre la valle del fiume Vomano con la quale termina la Laga. Dal passo vero e proprio, nei pressi della centrale elettrica, inizia una strada assai panoramica che scende ad Assergi; questo percorso comprende anche il punto di partenza di un sentiero coinvolgente che sale fino all’Eremo di San Franco, dove, secondo la leggenda il santo, ritiratosi in preghiera ha fatto scaturire per miracolo una sorgente dalle proprietà curative. Al centro del massiccio della Laga si trovano Valle Castellana, Cortino, Crognaleto, Campotosto e Rocca Santa Maria, piccoli comuni con numerose frazioni.

Rifugio Sebastiani

Massiccio del Sirente – Velino
Da Rocca di Mezzo e da Rovere e Ovindoli, si giunge nella conca naturale dei Piani di Pezza, un luogo senza tempo dove ci si può avventurare liberamente a piedi, a cavallo o con la mountain bike. Numerosi sono gli itinerari da seguire. Tra questi il più interessante è quello che sale fino al rifugio Sebastiani, a oltre 2000 metri. Altrettanto suggestiva è la valle che da Ovindoli conduce fino ai Prati di Santa Maria, coperta di boschi lungo entrambi i lati è un vero paradiso naturale adatto anche per tranquille passeggiate in famiglia. Percorso consigliato.

Monti Simbruini e Valle Roveto
La Piana del Cavaliere è dominata dai borghi di Carsoli, Oricola, Rocca di Botte e Pereto, con il castello e il santuario della Madonna dei Bisognosi, arroccato a oltre mille metri in posizione assolutamente panoramica. Procedendo verso Tagliacozzo si passa per Pietrasecca, dove si possono visitare le grotte della omonima riserva naturale.

Valle Roveto

Percorrendo invece la strada di Colli di Montebove si arriva alla piccola stazione montana di Marsia che, circondata da faggete lussureggianti, offre molte possibilità di escursioni. Il percorso termina con Capistrello che rappresenta la porta della Valle Roveto, conduce a Sora e nel Lazio ed è ricca di proposte interessanti per vivere la montagna in tutte le sue sfaccettature durante la bella stagione. Come raggiungere la Valle Roveto.

Gran Sasso d’Italia
Prati di Tivo, località appartenente al comune di Pietracamela, in inverno è una importante meta sciistica e permette di fare lunghe passeggiate a cavallo, in mountain bike o a piedi in estate. Dal piazzale degli alberghi si può salire con la seggiovia fino alla cosiddetta Madonnina e da lì, gli amanti del trekking, possono proseguire fino al rifugio Garibaldi, al Calderone, unico ghiacciaio dell’Appennino, e poi sulle vette del Corno Grande.

Calderone

Anche Prato Selva è una stazione sciistica invernale ed ugualmente affascinante in estate, grazie alle sue possibilità escursionistiche. Sul versante teramano si trovano poi centri come Isola del Gran Sasso, con la sua frazione di San Pietro, dove si trova un centro di educazione ambientale che organizza numerose attività didattiche. Il versante aquilano presenta invece un territorio meno aspro, caratterizzato dalle vallate ricche di coltivazioni a campi aperti ed è costellato da un gran numero di borghi quali Villa Santa Lucia, Casteldemonte, Calascio, Santo Stefano di Sessanio, che offrono al visitatore degli scenari di straordinaria bellezza caratterizzati da architetture medievali e rinascimentali e ricchi di possibilità di intraprendere percorsi escursionistici e sterrate per il fuoristrada. Il percorso.

Altre informazioni su inabruzzo.it

Taggato con: , , , , , , , , , , ,

AMBIENTE

Parco nazionale del Gran Sasso, censiti 20 branchi di lupo

Si è appena concluso il censimento dei lupi del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. La ricerca svolta nell’ambito del progetto LIFE Mirco Lupo, ha permesso di individuare 20...

ATTUALITà

Occupare il parcheggio con una sedia è illecito: multa fino a 674 euro

Trovare parcheggio è un’attività che mette a dura prova la pazienza di molti automobilisti in città, e non solo. Tra divieti di sosta, posti riservati e le tante auto che ogni giorni...

TURISMO

Viaggio sul treno storico della Transiberiana d’Italia

La Transiberiana è la celebre ferrovia che attraversa Russia, Mongolia e Cina, e vanta il primato di essere la più lunga del mondo con i suoi 9288 chilometri tra tracciato europeo e quello...