Attualità

Gettare rifiuti fuori dal finestrino può costare caro

Punizione esemplare per chi getta rifiuti dal finestrino dell’auto, che oltre ad essere un comportamento incivile, è anche pericoloso. Nonostante ciò, secondo una ricerca condotta dalla società assicurativa Direct Line, un italiano su tre getta rifiuti dal finestrino mentre sta guidando. Gli oggetti sono vari: mozziconi delle sigarette, carte e bottigliette d’acqua. Tale atteggiamento andrebbe evitato non solo per educazione civica ma anche per il grosso danno ambientale che si viene a creare. Ecco allora che scattano delle multe che possono arrivare fino ai 422 euro per chi non rispetta le regole del Codice della strada.

Cosa dice la legge
L’art. 15 del Codice della Strada inserisce, tra gli atti vietati, “depositare rifiuti o materie di qualsiasi specie, insudiciare e imbrattare comunque la strada e le sue pertinenze” nonché “insozzare la strada o le sue pertinenze gettando rifiuti o oggetti dai veicoli in sosta o in movimento“.
La multa può andare dai 105 ai 422 euro per i rifiuti gettati dal veicolo. La legge prevede che chi viene colto in flagrante ad abbandonare per strada scontrini, fazzoletti di carta e gomme da masticare, sarà soggetto a una multa da 30 a 150 euro. Chi trasgredisce il divieto di abbandonare mozziconi di sigaretta sul suolo invece deve pagare una sanzione aumentata fino al doppio, e cioè fino a 300 euro. Oltretutto, chi non viene immediatamente multato non per questo può sentirsi esonerato dalla sanzione. Se la contestazione immediata non è possibile, la multa può arrivare anche a casa, nel termine di 90 giorni.

Taggato con: , , , , , , ,

ATTUALITà

La riduzione dei pedaggi era scattata il 1° ottobre scorso

Su decisione del Concessionario lo scorso autunno erano stati sospesi gli aumenti (12,9%) entrati in vigore il primo gennaio 2018 decisi dal precedente governo. Il primo gennaio aumenteranno i...

ATTUALITà

La riduzione dei pedaggi era scattata il 1° ottobre scorso

Su decisione del Concessionario lo scorso autunno erano stati sospesi gli aumenti (12,9%) entrati in vigore il primo gennaio 2018 decisi dal precedente governo. Il primo gennaio aumenteranno i...

ATTUALITà

La riduzione dei pedaggi era scattata il 1° ottobre scorso

Su decisione del Concessionario lo scorso autunno erano stati sospesi gli aumenti (12,9%) entrati in vigore il primo gennaio 2018 decisi dal precedente governo. Il primo gennaio aumenteranno i...