In ITinere

In arrivo il primo pneumatico senza aria che non si buca e non scoppia

Il primo pneumatico che non si buca e non scoppia, costruito senza aria, sarà realtà nel 2024 e si chiamerà Uptis. Ad annunciarlo Michelin e General Motors al Movin’On, il summit sulla mobilità sostenibile a Montreal e che vede l’incontro del mondo dell’industria, della politica e della finanza con quello dell’informazione e della ricerca.
Uptis, Unique Puncture-proof TIre System, è un sistema pneumatico unico a prova di foratura. L’idea, già sviluppata in passato dalla stessa Michelin è per ora un concept, ma la casa produttrice ha annunciato insieme a General Motors che la sperimentazione inizierà con una flotta di veicoli già da quest’anno sulle strade del Michigan.

L’Uptis è in pratica una striscia di gomma tassellata fissata su una struttura in polimeri e fibra di vetro formata da tanti raggi, montata a sua volta su un cerchio in alluminio.

«Abbiamo bisogno di tecnologie realistiche e dobbiamo avere un approccio realistico realizzando la nostra visione passo dopo passo. E questo è un nuovo passo» ha detto Florent Menegaux, amministratore delegato di Michelin di fronte alla platea del Movin’On. L’Uptis ha un potenziale per l’ambiente e la sicurezza davvero enorme: circa il 20% degli automobilisti ha a che fare con cali di pressione – siano essi progressivi o improvvisi creati da esplosioni – degli pneumatici che creano situazioni di pericolo mentre sono oltre 200 milioni gli pneumatici che ogni anno vengono buttati prematuramente per forature o danneggiamenti. I primi utilizzi di Uptis riguarderanno probabilmente i mezzi a guida autonoma azzerando in questo modo anche l’intervento umano necessario per la sostituzione dello pneumatico. Difficile che invece lo vedremo in Europa prima della seconda metà del prossimo decennio, ma la strada è aperta.

Fonte: Il Messaggero.it 

Taggato con: , , , , , ,

ATTUALITà

Incidenti in moto: un’estate da incubo sulle strade italiane

L’estate 2019 è stata drammatica per i centauri: “185 morti nei soli fine settimana dei tre mesi di giugno, luglio e agosto, mai così tanti” denuncia Asaps. Nel mese di giugno si sono...

LA TUA AUTO

Come usare il cambio in modo corretto, consumare meno ed evitare problemi

Il cambio dell’auto è una delle parti più delicate della vettura, ecco perché è importante scalare nel modo giusto e imparare ad “ascoltare” eventuali problemi. L’uso...

LA TUA AUTO

Moto parcheggiata nei posti riservati alle auto, quando si rischia la multa

Trovare un parcheggio in città, anche per le moto e i motorini, è come cercare un ago in un pagliaio. Sono sempre tutti pieni e sono ormai diventati vere e proprie giungle. Ma quando si può...