Comunicati stampa

Inaugurato casello Manoppello su A25

Chiodi, interporto d’Abruzzo sia fulcro macroarea

Pescara, 3 aprile – “L’interporto sia un hub della macroarea”: è la proposta del presidente della Giunta regionale, Gianni Chiodi, lanciata in occasione dell’inaugurazione del casello autostradale di Manoppello, il primo ed unico ad elevatissima automazione presente sull’A24/A25, che chiude la lunga fase realizzativa dell’interporto, partita negli anni ’90.
“Un’infrastruttura per la logistica che denota quanto sia reale la nostra azione di politica economica – ha osservato il Presidente parlando ancora dell’interporto – perché la crescita della competitività del territorio passa proprio attraverso le attività collegate alla logistica”. “Un’infrastruttura imponente” ha aggiunto, sia per la superficie impiegata, più di mille metri cubi, e sia per gli investimenti, oltre 156 milioni di euro spalmati in vent’anni di lavori, di cui 100 spesi dall’attuale Giunta.
Infine, Chiodi ha citato l’infrastruttura come “esempio riuscitissimo di collaborazione tra pubblico e privato.
Esperienze che diventano modelli di riferimento per una economia che voglia incamminarsi su strade produttive di sviluppo e di crescita”. L’Interporto d’Abruzzo è di proprietà della Regione in partnership, per il 35%, con i gruppi Dino Di Vincenzo e Toto Spa, cui è demandata la gestione.
(fonte video WebtvRegioneAbruzzo)
Strada dei Parchi S.p.a.

ATTUALITà

Incidenti in moto: un’estate da incubo sulle strade italiane

L’estate 2019 è stata drammatica per i centauri: “185 morti nei soli fine settimana dei tre mesi di giugno, luglio e agosto, mai così tanti” denuncia Asaps. Nel mese di giugno si sono...

LA TUA AUTO

Come usare il cambio in modo corretto, consumare meno ed evitare problemi

Il cambio dell’auto è una delle parti più delicate della vettura, ecco perché è importante scalare nel modo giusto e imparare ad “ascoltare” eventuali problemi. L’uso...

LA TUA AUTO

Moto parcheggiata nei posti riservati alle auto, quando si rischia la multa

Trovare un parcheggio in città, anche per le moto e i motorini, è come cercare un ago in un pagliaio. Sono sempre tutti pieni e sono ormai diventati vere e proprie giungle. Ma quando si può...