Eventi

Le travi di Scanno per la Festa di Sant’Antonio

Nel fine settimana del 15 e 16 giugno a Scanno si festeggia Sant’Antonio da Padova. In passato il giorno della festa del Santo corrispondeva al definitivo rientro dai pascoli di Puglia delle greggi. Era il tempo in cui la comune risorsa dei borghi di montagna era la pastorizia e questa festa era per tutti motivo di gioia e di ringraziamento.

Le celebrazioni iniziano la sera del sabato con la “Processione dei muli e delle travi“, una caratteristica sfilata di grossi muli carichi di legna che, come da tradizione, viene portata in regalo al santo perché, con la sua vendita, si possa provvedere alla manutenzione della chiesa ed al sostentamento del frate che la custodisce.

La mattina del 16 giugno tutti i bambini partecipano alla “Processione delle pagnottelle e delle travi“, a simboleggiare l’offerta del pane e del fuoco. In doppia fila, con i cestelli pieni di rose, procedono insieme a rumorosi e ingombranti trattori che, facendo le veci degli antichi buoi, trascinano enormi travi offerte alla Chiesa di Sant’Antonio. Seguono decine di ragazze in costume che portano sul capo cesti di vimini ricolmi di pagnotte di pane da regalare ai poveri e da mangiare, assieme alle pagnottelle, dopo la benedizione.

Dopo di che la statua del Santo viene portata in processione.

Foto di Cesidio Silla

Come raggiungere Scanno

 

 

Taggato con: , , , , , , ,

ATTUALITà

Incidenti in moto: un’estate da incubo sulle strade italiane

L’estate 2019 è stata drammatica per i centauri: “185 morti nei soli fine settimana dei tre mesi di giugno, luglio e agosto, mai così tanti” denuncia Asaps. Nel mese di giugno si sono...

LA TUA AUTO

Come usare il cambio in modo corretto, consumare meno ed evitare problemi

Il cambio dell’auto è una delle parti più delicate della vettura, ecco perché è importante scalare nel modo giusto e imparare ad “ascoltare” eventuali problemi. L’uso...

LA TUA AUTO

Moto parcheggiata nei posti riservati alle auto, quando si rischia la multa

Trovare un parcheggio in città, anche per le moto e i motorini, è come cercare un ago in un pagliaio. Sono sempre tutti pieni e sono ormai diventati vere e proprie giungle. Ma quando si può...