In ITinere

Novità in casa Volkswagen: in arrivo le due ruote elettriche da città

Leggeri, agili e pratici. Sono questi i punti di forza dei nuovi veicoli Volkswagen: lo Streetmate (scooter elettrico) e il Cityskater (Last-Mile-Surfer) per far fronte a qualsiasi esigenza di lungo o breve percorso.
Lo Streetmate infatti è un vero e proprio scooter che si guida sia stando in piedi come su un monopattino che seduti. Ma ha un pregio: pesa solo 65 kg e fila a 45 km/h (velocità massima limitata elettronicamente) con un’autonomia di 35 km. Quanto basta per muoversi in città.
Il Cityskater invece raggiunge una velocità massima di 20 km/h con un’autonomia fino a 15 km ma è una piuma: pesa solo 11,9 kg e si può portare ovunque, anche sui bus. Una rivoluzione.

Un’idea che punta a offrire ai propri clienti piccoli mezzi a zero emissioni per raggiungere anche le zone più affollate del centro, da abbinare ad auto più grosse e pesanti a cui va il compito di coprire le grandi distanze.

La vera novità è sicuramente il design, molto diverso da tutti i precedenti scooter elettrici.
Lo Streetmate infatti è quasi una vera moto: a parte la velocità massima di 45 km/h, ha un baricentro particolarmente basso, (la batteria agli ioni di litio è integrata nella struttura del pianale), mentre la potenza nominale della batteria è di 1,3 kWh. Il che signirica che con una potenza di ricarica pari a 500 watt, il veicolo elettrico fa il pieno di energia in 2 ore e 15 minuti se collegato a una corrispondente stazione di carica; in alternativa, la batteria può essere estratta e successivamente ricaricata in ufficio o a casa.
Il comando del gas è a pulsante, (si comanda con un pollice sul manubrio), mentre non mancano freni a disco forati e il sistema antibloccaggio (ABS). “In fase di decelerazione – spiegano poi i tecnici – il motore inserito nel mozzo della ruota posteriore funge da alternatore, rigenerando energia mediante il sistema di recupero. È inoltre possibile aumentare l’autonomia dello Streetmate utilizzando la modalità ECO”.
E al posto della strumentazione c’è un display da 5,3 pollici che visualuzza stato di carica e autonomia. Ma funziona anche come un navigatore o un’antifurto se collegato – tramite App – ad uno smartphone. Insomma una mini moto. E infatti per guidarla servono casco, patente e assicurazione.

Cose invece a cui sfugge il piccolo Cityskater che ha 3 ruote (due anteriori e una posteriore), è sempre elettrico, ma a differenza di uno skateboard o di un monopattino ha una doppia pedana, una per ciascuna gamba, e ognuna con una propria ruota. Un manubrio fornisce il sostegno necessario, mentre per sterzare basta spostare il peso da una gamba all’altra in modo naturale, come quando si scia.
Qui il motore elettrico posizionato nella ruota posteriore eroga fino a 450 watt di potenza. La batteria agli ioni di litio, 200 Wh di capacità, può essere ricaricata fino al 50% in meno di un’ora mediante una comune presa domestica (230 V). L’autonomia con batteria carica al 50% arriva fino a 7,5 km, completamente carica a circa 15 km. È possibile ricaricare il Cityskater anche all’interno del bagagliaio di un’auto o sul treno, a condizione che venga collegato a una presa adeguata.

Ancora nessuna notizia riguardo il prezzo di questi due veicoli che non sono stati ancora comunicati: Streetmate e Cityskater saranno in vendita entro l’anno, e secondo una stima il più grande costerà intorno ai 3000 euro, il piccolino circa 1000.

Fonte: repubblica.it/motori

Taggato con: , , , , , , ,

ATTUALITà

La riduzione dei pedaggi era scattata il 1° ottobre scorso

Su decisione del Concessionario lo scorso autunno erano stati sospesi gli aumenti (12,9%) entrati in vigore il primo gennaio 2018 decisi dal precedente governo. Il primo gennaio aumenteranno i...

ATTUALITà

La riduzione dei pedaggi era scattata il 1° ottobre scorso

Su decisione del Concessionario lo scorso autunno erano stati sospesi gli aumenti (12,9%) entrati in vigore il primo gennaio 2018 decisi dal precedente governo. Il primo gennaio aumenteranno i...

ATTUALITà

La riduzione dei pedaggi era scattata il 1° ottobre scorso

Su decisione del Concessionario lo scorso autunno erano stati sospesi gli aumenti (12,9%) entrati in vigore il primo gennaio 2018 decisi dal precedente governo. Il primo gennaio aumenteranno i...