Approfondimenti

Negli scatti di Anselmi, gli sguardi che raccontano l’Abruzzo

Raccontare una terra attraverso gli sguardi, questo è il lavoro in continua evoluzione di Maurizio Anselmi, fotografo Teramano. “Ritratti di Pastori” nasce dall’esigenza o meglio dall’interesse del fotografo di raccontare le persone che il territorio lo vivono ogni giorno, la continua ricerca dell’artista, come lui stesso afferma, ha lo scopo di ricostruire attraverso le immagini fotografiche quella tradizione pittorica fiamminga in cui il rapporto tra soggetto e paesaggio era molto stretto e rappresentativo.

Pastori_0006I ritratti di Anselmi non sono scatti rubati, bensì frutto di un rapporto umano prima di tutto, che nasce dall’umiltà, dalle parole scambiate amichevolmente mentre si monta il piccolo set fotografico, dalla confidenza che si instaura con chi in quel momento si sente compiaciuto di rappresentarsi in una posa ricercata e studiata come in una piccola interpretazione teatrale senza copione. Così ogni attore sceglie la propria posa, come nelle vecchie foto di famiglia, per rappresentare quello che è, o meglio come dice Anselmi, “quello che crede di essere”.

Ed è così che scatta la magia della fotografia, quella fotografia che ancora oggi, come ci racconta lo stesso fotografo, è considerata un mediatore culturale, quella fotografia che cattura lo sguardo, elemento fondamentale del ritratto e attraverso cui ognuno di noi si racconta, racconta le proprie emozioni, la propria paura, la propria storia, il proprio vissuto. È in questo modo che i cowboy abruzzesi (definiti così dallo stesso Anselmi) si raccontano e indirettamente raccontano la loro terra, quella terra che vive nelle loro mani, nei loro sorrisi, quella terra impressa nella fatica dei loro volti, nella profondità dei loro occhi, persone che sono esse stesse il paesaggio in cui vivono e che vivono.

La ricerca antropologica di Anselmi racconta l’Abruzzo da un punto di vista umano. Attraverso la quotidianità di chi lavora questa terra gelosamente e con fatica, attraverso la timida fierezza degli sguardi stampati negli scatti si descrive, senza parole, la tradizione, gli antichi valori e i paesaggi unici di questo territorio.

Paesaggi che Anselmi ha immortalato per anni collaborando con gli ente parchi e i cui scatti, negli ultimi due anni, hanno dato vita ad un nuovo volume sul Gran Sasso che sarà presentato ad Ottobre attraverso una mostra itinerante.

Ritratti di Pastori – la gallery

Tosatura 3 Pastori_0002 Pastori_0088
Pastori_0146 Pastori_0109 Pastori_0005
Pastori_0003 Pastori_0004 Pastori_0154
Pastori_0001 Pastori_0068 Pastori_0007
Bdd 025 Pastori_0180 Pastori_0009
A 5352 A 5392 Pastori_0161

 

 

Taggato con: , , , , , , , , ,

Articoli recenti

EVENTI

Viaggio, virtuale, nella vita e nelle opere di Frida Kahlo

Con i musei chiusi e l’obbligo di restare a casa, nel rispetto delle norme attuate dal Governo per affrontare l’emergenza coronavirus, è l’arte che viene da noi. Si moltiplicano le...

VIABILITà

Chiusura notturna Traforo del Gran Sasso direzione Roma – A25 – L’Aquila

Per esigenze di manutenzione degli impianti elettrici da effettuare nella galleria, salvo imprevisti, sarà disposta la chiusura della tratta autostradale San Gabriele/Colledara – Assergi...

LA TUA AUTO

Bollo auto, nel Lazio sospeso il pagamento per il 2020

La Regione Lazio ha approvato una delibera che consente la sospensione dei termini di versamento del bollo. La misura rientra in quel tipo di interventi diretti che possono essere presi in piena...