Ambiente

Valle dell’Aniene, passeggiate tra archeologia e natura

riserva valle dell'anieneDalla Tiburtina del Gra fino al punto in cui l’Aniene si getta nel Tevere nella zona Prati Fiscali, la Riserva Naturale Valle dell’Aniene ospita un ricca varietà di flora e fauna. Olmi, salici, frassini, istrice, gambero, granchio di fiume, sentieri e resti archeologici arricchiscono uno dei più grandi parchi urbani di Roma.

Con una estensione di 650 ettari, il territorio si presenta piuttosto pianeggiante e le numerose anse del fiume Aniene che l’attraversa, rendono quest’area dal punto di vista naturalistico, molto diversificata e suggestiva. Il fiume rappresenta il confine di diversi quartieri del quadrante nord-est di Roma: La Rustica, Tor Cervara, Tor Sapienza, Colli Aniene, Ponte Mammolo, Casal de’ Pazzi, Pietralata e Monte Sacro. Nell’area naturale si trovano i ruderi delle due ville romane di via Tilli e di via Ripa Mammea e il Museo di Casal de’ Pazzi, dove lo scavo ha riportato alla luce resti di grandi animali preistorici, soprattutto elefanti.

Casale della CervellettaC’è poi il comprensorio della Cervelletta che si trova a Tor Cervara, a due passi dall’autostrada Roma- L’Aquila. Si tratta di un grande complesso fortificato arroccato sulla rupe tufacea, formato da una torre medievale risalente al XIII secolo, attorno alla quale vennero costruiti, in un periodo compreso tra il XVI e il XVII secolo, diversi edifici di tipo residenziale e agricolo. In tutta l’area della Riserva sono presenti inoltre torri medievali di avvistamento e di controllo del fiume, e casali rustici.

Il terreno in maggior parte è ricoperto da roccia vulcanica, per lo più da tufi e pozzolane. Questi prodotti sono stati utilizzati fin dall’antichità come materiale di costruzione. Le antiche cave di tufo, attive dal II secolo a. C. fino alla prima età imperiale, e il cui sfruttamento era legato alla possibilità di usare il fiume come via di trasporto, hanno a lungo connotato il paesaggio del basso corso dell’Aniene, tra Pietralata e Salone. Malgrado lo sfruttamento moderno e il successivo reintegro, rimangono ancora numerosi ambienti con pilastri e profonde pareti dove sono ben visibili i segni della lavorazione. Le cave di Tor Cervara, alla fine del XIX secolo, ospitavano la “festa degli artisti” per dare il benvenuto alla primavera.

mappa riserva naturale valle dell'anieneriserva della valle dell'aniene

 

Taggato con: , , , , , , , ,

Articoli recenti

ATTUALITà

Il casello autostradale di Tornimparte sarà riaperto in tempo utile per l’avvio della stagione invernale

Il casello autostradale di Tornimparte sarà riaperto in tempo utile per l’avvio della stagione invernale: è l’impegno ribadito questa mattina da Strada dei Parchi nel corso di un incontro che...

METEO

Tempo molto instabile con con nuovi cicloni in arrivo: pioggia e vento forte

Prosegue il trend climatico volto al maltempo, anche per questa settimana con nuovi cicloni in arrivo. Già dalla giornata di lunedì 18 novembre una vasta area di bassa pressione si avvicinerà al...

VIABILITà

A25 chiusure notturne dello svincolo di Cocullo

Per urgenti lavori di manutenzione, salvo imprevisti, dal 18 al 22 novembre in orario notturno dalle ore 21:00 alle ore 06:00 sarà disposta l’interdizione al traffico di alcune rampe dello...