Borghi d'Abruzzo

Villalago, il borgo tra le acque

Villalago è un antico borgo fortificato di straordinaria bellezza che figura nel prestigioso club dei Borghi più belli d’Italia. Si trova sulla sommità del Monte Argoneta, tra l’affascinante lago artificiale di S. Domenico e il meraviglioso lago naturale di Scanno.

Il nome deriva dal latino volgare Valle de Lacu, ed evoca la presenza nel territorio di nove laghi, molti dei quali scomparsi. Il paese sorse nel secolo XI° con l’aggregazione ed il concentramento della popolazione che in precedenza viveva sparsa in piccoli agglomerati rurali nelle zone più adatte all’agricoltura. L’attuale centro storico, disposto ad anfiteatro sul versante orientale del Monte Argatone è caratterizzato da gradinate, stretti vicoli e panoramiche piazzette. Le case, allineate su precipizi e dirupi, sembrano sempre sul punto di scivolare. Giù in basso scorre tra folti pioppeti il fiume Sagittario e si formano i laghi dalle acque limpide e verdi, oasi di uccelli acquatici. 

Se c’è una cosa che non manca a Villalago è l’acqua: quella che si scorge dalla bifora dell’eremo di Prato Cardoso, dove visse il monaco itinerante che fondò il borgo; l’acqua del lago di Scanno e del lago Pio; quella dei fiumi Sagittario, Giordano e Sega.

Caratteristica del borgo sono i suppuort, vale a dire gli archi che supportano sopra di loro un’abitazione costruita in pietra e travi di legno. Lungo le strade del centro storico si notano molti stemmi in pietra sui portoni delle case, che raffigurano animali, fiori, volti. Dalla piazza Celestino Lupi, salita la grande gradinata, si arriva al cuore del paese dove si incontra subito la chiesa parrocchiale in stile romanico abruzzese. Vi si conservano un dipinto in tela del 1521 raffigurante la Madonna del Rosario e l’altare di San Domenico, prezioso monumento del XII secolo scolpito in pietra. Salendo ancora, si giunge alla Porticella, dove anticamente era posta una piccola porta che dava l’accesso al paese e al vecchio Municipio della seconda metà dell’Ottocento.

Delle cinque chiese di Villalago, due si trovano nel borgo: la chiesetta di San Michele Arcangelo e quella della Madonna Addolorata. La prima, nella parte alta del paese,
la seconda è invece incorporata al palazzo della famiglia Lupi. Nella sua torre campanaria è custodita la campanella di San Domenico, rinvenuta nel monastero di San Pietro, che reca al suo interno l’incisione Ave Maria Gratia Plena A.D. 600. Nella parte bassa del paese si trovano la chiesa della Madonna di Loreto al cui interno, sotto l’altare che ospita nella nicchia più grande la statua di San Domenico, è conservata la trave del letto del santo nell’eremo di Prato Cardoso; in sagrestia, invece, un suo dente è custodito in un magnifico reliquario del XV secolo.

Ma il luogo più rappresentativo di Villalago è sicuramente l’eremo di San Domenico, ritiro spirituale in cui visse l’anacoreta intorno al 1010. Qui San Domenico trovò la pace che cercava: l’eremo sorge come una gemma incastonata tra rocce e acque di uno splendido verde smeraldo. Il portale in pietra della chiesa riporta disegni bizantineggianti ma è la bifora che conduce lo sguardo sul lago dove albergano germani reali, oche, folaghe, a far pensare che Dio vi abbia trasferito il paradiso terrestre. Oggi questo luogo è riserva naturale insieme al lago Pio, circondato da montagne con boschi di cerri e faggi, ai confini del Parco Nazionale d’Abruzzo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per saperne di più
www.borghipiubelliditalia.it
www.comune.villalago.aq.it

Come arrivare a Villalago (AQ): il percorso

 

ATTUALITà

A24 e A25, viadotti e ponti sono sicuri

Il vicepresidente di Strada dei Parchi Mauro Fabris: “Sono preoccupato per il futuro se non arrivano i fondi per la messa in sicurezza” 🎥 GUARDA IL VIDEO Leggi altro › ...

IN ITINERE

Bimbi in auto, verso l’obbligo del sistema anti abbandono

La commissione Trasporti della Camera ha concluso l’esame della proposta di legge sui seggiolini anti abbandono, il testo passerà a breve in Senato per diventare legge a tutti gli effetti. Dal...

VIABILITà

Esodo, le giornate di traffico intenso tra Lazio e Abruzzo

Traffico in aumento su A24 e A25 in occasione dell’esodo estivo. Sono previste giornate da bollino giallo per i prossimi fine settimana e da bollino rosso per domenica 26 agosto e 2 settembre...